Galleria Foto dei Funghi Fiori e Animali - Micologia - Botanica - Zoologia

Micologo Pietro Curti: Funghi Commestibili - Velenosi - Non Commestibili e Sospetti - Fiori e Piante Spontanee Italiane - Animali Italiani e del Mondo

Visita il sito web del Micologo Pietro Curti - Clicca qui

Categoria Album Immagini
Foto Funghi CommestibiliTutti i funghi commestibili dei boschi e prati del territorio italiano
220 2837
Agaricus arvensis


post-4-1257801209.jpg

Un grosso prataiolo che cresce al margine delle macchie boschive in prossimità delle radure erbose. Appartiene al gruppo degli ingiallenti per contatto e sfregamento, nella faccia inferiore dell'anello giovane è scolpita una ruota dentata.

6 file, l'ultimo inserito il 09 Nov 2009
Album visto 1733 volte

Agaricus augustus


post-4-1253258910.jpg

Un corpulento prataiolo che cresce nelle radure prative ai margini dei boschi di latifoglie e aghifoglie. Cappello tipicamente squamuloso scaglioso.

5 file, l'ultimo inserito il 21 Set 2009
Album visto 1964 volte

Agaricus benesii


haemorrhoidariusDSCN1238piero.jpg

Un robusto prataiolo bianco in ogni settore a carne arrossante ove esposta all'aria, con evidente anello con ruota dentata e gambo squamettato in particolare alla base che risulta ingrossata, senza odore e sapore significativi.

2 file, l'ultimo inserito il 19 Feb 2005
Album visto 136 volte

Agaricus bisporus


DSCN4680.jpg

Il fungo coltivato per eccellenza, quello maggiormente presente nei nostri mercati, nelle mense, nei ristoranti, nelle pizzerie, il piu` utilizzato dall'industria alimentare per ogni preparazione.

1 file, l'ultimo inserito il 10 Apr 2007
Album visto 997 volte

220 album su 55 pagina(e) 1

Foto Funghi VelenosiTutti i funghi velenosi dei boschi e prati del territorio italiano
141 1436
Agaricus iodosmus


post-4-1223046250.jpg

Appartiene al gruppo dei prataioli tossici, presenta un forte odore sgradevole di iodio, la carne del gambo in particolare alla base, se esposta all'aria, assume tonalità cromo intense.

5 file, l'ultimo inserito il 04 Ott 2008
Album visto 2124 volte

Agaricus moelleri


DSCN1987.jpg

Un prataiolo velenoso, facile distinguerlo dai prataioli commestibili, odore sgradevole di fenolo/inchiostro, carne e superfici fortemente ingiallenti al giallo cromo alla corrusione e taglio, in particolare alla base del gambo.

1 file, l'ultimo inserito il 08 Gen 2007
Album visto 1632 volte

Agaricus xanthodermus


DSCN7294_01.jpg

Prataiolo tossico, si riconosce dai buoni commestibili perchè presenta uno sgradevole odore di fenolo/inchiostro e violenti ingiallimenti nelle zone contuse o tagliate, in particolare nella carne alla base del gambo.

13 file, l'ultimo inserito il 09 Giu 2018
Album visto 1767 volte

Amanita citrina


DSCN6220.jpg

Tossica, responsabile di sindrome gastroenterica costante, comunque con caratteristiche organolettiche nettamente sgradevoli, odori e sapori rafanoidi. Tipicamente gialla piu` o meno sbiadita in ogni parte, residui velari grigiastri, con volva circoncisa.

28 file, l'ultimo inserito il 16 Dic 2015
Album visto 1342 volte

141 album su 36 pagina(e) 1

Foto Funghi non Commestibili e SospettiTutti i funghi non commestibili e sospetti dei boschi e dei prati del territorio italiano
394 2372
Abortiporus biennis


post-4-1223275754.jpg

Un lignicolo privo d'interesse alimentare, che presenta un imenoforo a pori indefiniti e aperti in periferia, duro e legnoso durante la crescita ingloba grandi quantità di substrato.

1 file, l'ultimo inserito il 06 Ott 2008
Album visto 617 volte

Agaricus luteomaculatus


Agaricus-luteomaculatusDSCN.jpg

Prataiolo del gruppo dei minores, piccoli funghetti d'interesse alimentare nullo. Si tratta di Agaricus molto rari e per le minute dimensioni, privi di una carnosità che possa suscitare attenzioni nei raccoglitori.

1 file, l'ultimo inserito il 24 Dic 2007
Album visto 621 volte

Agaricus purpurellus


post-4-1196975962.jpg

Altro piccolo prataiolo dai colori esterni rosseggianti. Raro e minuto fungo privo di una carnosità che possa suscitare interessi alimentari, normalmente passa assolutamente inosservato, uno dei tanti funghi da lasciare esclusivamente agli studiosi.

1 file, l'ultimo inserito il 06 Dic 2007
Album visto 815 volte

Agaricus semotus


post-4-001991900_1286227501.jpg

Le caratteristiche peculiari di questa specie sono il colore biancastro con piccole squame brunastre soffuse di lilla, l'ingiallimento in tute le zone erose, le piccole dimensioni, la base del gambo bulbosa, il filo lammellare sterile e quindi biancastro, l'odore forte di mandorle

9 file, l'ultimo inserito il 08 Ott 2010
Album visto 566 volte

394 album su 99 pagina(e) 1

Fiori e Piante Spontanee Italiane
311 4089
Abies alba


abiesDSCN6403.jpg

Si tratta di un grande albero noto con il nome volgare di abete bianco, una conifera tipica delle aree dolomitiche ed alpine, oltre che delle zone più alte degli appennini. le principali caratteristiche distintive sono: la punta a nido di cicogna, i coni rivolti verso l'alto che non cadono al suolo, gli aghi disposti a pettine sui rametti, con faccia superiore verde brillante ed inferiore biancastra azzurina con due linee stomatiche più scure.

2 file, l'ultimo inserito il 29 Ott 2008
Album visto 413 volte

Acer pseudoplatanus


post-4-1210970549.jpg

Conosciuto come Acero di Monte, in realtà si adatta bene anche alle basse quote ed è presente nel verde urbano di molte località planiziali. Si riconosce per la forma delle foglie: lobo apicale contenuto tra due profonde incisioni (1/3 della lamina), con numerosi denti laterali tutti rivolti verso l'apice, con lungo picciolo rossastro. Presenta samare doppie, che si staccano solo a maturità, che presentano tra l'una e l'altra un angolo di 90°.

5 file, l'ultimo inserito il 17 Mag 2008
Album visto 355 volte

Aconitum lycoctonum


post-4-1215902876.jpg

Pianta tra le più tossiche, denominata comunemente come Vulparia, si ritiene che le sue tossine un tempo venissero estratte per avvelenare volpi e lupi. Cresce ai margini dei boschi, in prossimità delle zone più umide, creando degli angoli di vegetazione ad altissima densità.

6 file, l'ultimo inserito il 12 Lug 2008
Album visto 481 volte

Alliaria petiolata


post-4-1113819982.jpg

Pianta molto comune e diffusa nell'intero territorio nazionale, solo nella Sardegna risulta assente. viene usata per l'alimentazione sia cruda che cotta, ha una aroma paragonabile all'aglio ma risulta decisamente più delicata e digeribile. Si ritiene utilissima per il trattamento e la cura delle affezioni dermatologiche quali le ferite, le piaghe e le ulcerazioni.

1 file, l'ultimo inserito il 01 Mar 2008
Album visto 412 volte

311 album su 78 pagina(e) 1

Animali Italiani e del Mondo
90 254
Aix galericulata


DSCN5033~0.jpg

Anatra dai colori spettacolari, per tale motivo diffusa in tutte le aree acquatiche pubbliche e private del mondo. Diversamente dal maschio, la femmina ha una colorazione spenta e opaca.

2 file, l'ultimo inserito il 23 Mag 2015
Album visto 120 volte

Anas platyrhynchos


post-4-0-67810600-1330786902.jpg

Anatra selvatica nota con il nome comune di Germano reale, esiste un forte dimorfismo cromatico tra il maschio e la femmina, la livrea del maschio e lussureggiante con colori vivaci, smorta e fortemente mimetica quella della femmina, tale specie vive e viene allevata in modo diffuso allo stato domestico.

7 file, l'ultimo inserito il 10 Mar 2012
Album visto 252 volte

Anemoni marini


post-4-1117136403.jpg

Gli anemoni marini sono tantissimi, l'ordine a cui appartengono, Actiniari, conta almeno 1000 specie e varietà., di queste pochissime sono usate in acquariologia. Sono dotati di un peduncolo che utilizzano per ancorarsi saldamente alle rocce e di tantissimi tentacoli, più o meno urticanti, che servono a catturare le minute prede delle quali si nutrono, in particolare piccole larve di animali marini.

3 file, l'ultimo inserito il 01 Mar 2008
Album visto 325 volte

Anser anser L.


post-4-0-97991700-1330786585.jpg

Oca selvatica conosciuta con il nome volgare di oca cinerina, non esistono differenze sostanziali tra il maschio e la femmina, il primo ha una corporatura più robusta e massiccia. Ottima volatrice, in volo assume la caratteristica formazione a V, si nutre di tutto ciò che trova, da piccoli pesci a germogli freschi, preferisce sementi e vegetali.

5 file, l'ultimo inserito il 10 Mar 2012
Album visto 211 volte

90 album su 23 pagina(e) 1

10988 file in 1156 album e 5 categorie con 0 commenti, visti 1724024 volte

Immagini a caso
DSCN5040~0.jpg
Ciconia ciconia L.34 visiteCiconia ciconia L.
post-13-1073857505 piero.jpg
Lactarius zonarius202 visite
post-16-1082928061.jpg
Orchis purpurea66 visiteOrchis purpurea
post-8121-1174320149.jpg
Primula vulgaris79 visitePrimula vulgaris
DSCN5633Melittis_melissophyllum.jpg
Melittis melissophyllum L.12 visiteMelittis melissophyllum L.
post-4-1248122616.jpg
Boletus poikilochromus181 visiteBoletus poikilochromus
DSCN9222.jpg
Piptoporus betulinus (Bull.: Fr.) P. Karsten21 visitePiptoporus betulinus (Bull.: Fr.) P. Karsten
cratarellus_cornucopioides1~0.jpg
Craterellus cornucopioides (L.) Pers100 visiteCraterellus cornucopioides (L.) Pers

Ultimi arrivi
3IMG_1409.jpg
Lamium maculatum L.0 visiteLamium maculatum L.26 Mag 2019
2IMG_1409.jpg
Lamium maculatum L.0 visiteLamium maculatum L.26 Mag 2019
1IMG_1409.jpg
Lamium maculatum L.0 visiteLamium maculatum L.26 Mag 2019
4IMG_1545.jpg
Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet0 visite Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet26 Mag 2019
3IMG_1541.jpg
Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet0 visite Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet26 Mag 2019
2IMG_1540.jpg
Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet0 visite Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet26 Mag 2019
1IMG_1539.jpg
Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet0 visite Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet26 Mag 2019
0IMG_1538.jpg
Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet0 visite Panaeolus sphinctrinus (Fr.) Quelet26 Mag 2019